ACQUA TERMALE

L’Acqua termale di Abano Terme

L’acqua termale di Abano Terme è un’acqua salso-bromo-iodica e sgorga caldissima, a circa 87° ricca di sali minerali che la rendono particolarmente efficace nella riabilitazione post-trauma o per la cura di problemi articolari. Inoltre il calore dell’acqua termale favorisce la riattivazione della circolazione linfatica e venosa, contribuendo a prevenire e curare la cellulite.

L’acqua termale trova il suo più importante utilizzo nel processo di maturazione cui il fango viene sottoposto: per tre mesi il fango viene fatto riposare in apposite vasche a contatto diretto con l’acqua a 87°C ed il sole e, in tal modo, sviluppa delle particolari micro-alghe che gli attribuiscono l’efficacia terapeutica che gli ha permesso di ottenere il brevetto europeo come farmaco.


La leggenda di Aponus

Testimonianze risalenti all’VIII secolo a.C. rivelano nel territorio delle attuali Terme Euganee la presenza di un lago, ritenuto dai locali di origine divina per le sorgenti spontanee d’acqua, bollente e sulfurea, ove si praticavano riti di culto, offerte agli dei ed immersioni per ottenere benefici e salute.

L’iniziale divinizzazione delle acque si trasformò nel culto di Apono, dio tutelare delle fonti, dal quale deriva il nome dell’attuale Abano Terme.

A partire dal 49 a.C., data in cui Patavium e le terre vicine – Terme Euganee incluse – divennero municipium, si formò un ceto alto borghese di Patavini romanizzati, che ad imitazione degli alti ceti di Roma diede grande importanza alle terme, favorendo l’istituzione di bagni pubblici e di stabilimenti termali. L’antico santuario lacustre si trasformò in una ricca ed articolata località termale, dove ci si recava per rinvigorire il fisico e la mente.


FANGHI TERMALI

Acqua e fango termale, la perfetta cura naturale

Vi spieghiamo perché il fango fa bene

La fangobalneoterapia è una terapia di tipo naturale, alla quale è bene sottoporsi per un ciclo di almeno 6 sedute quotidiane consecutive, una o due volte l’anno.

Il fango maturo contiene principi antinfiammatori e analgesici, rilasciati durante l’applicazione sul corpo. Il calore del fango induce vasodilatazione, rilassa i muscoli e stimola la produzione di cortisolo ed endorfine, che aiutano ad alzare la soglia del dolore.

Gli effetti a breve termine di un ciclo di fangoterapia sono di tipo antalgico-miorilassante, che induce ad un miglioramento dell’articolarità.

Gli effetti a lungo termine della terapia sono evidenti nella prevenzione della riacutizzazione del dolore e nel rallentamento dell’evoluzione degenerativa della patologia artrosica.


Il fango termale è utilizzato per la prevenzione ed il rallentamento di patologie legate alle articolazioni o di natura traumatica, artrosi, osteoporosi, algie e contratture muscolari. All’Hotel Terme Roma il nuovissimo reparto termale è affidato a professionisti e posto sotto direzione medica, per assicurarvi tutto il benessere che vi meritate.


FANGO-BALNEOTERAPIA

Fango-balneoterapia:

4 passaggi per la vostra salute

Una seduta di fango-balneoterapia dura circa 40 minuti, + l’eventuale massaggio in aggiunta.


Nel camerino a voi dedicato, l’operatore vi fa stendere sul lettino e vi applica il fango termale seguendo scrupolosamente le indicazioni di temperatura, tempo di posa, eventuali zone da non trattare, lasciate dal medico che vi ha visitato.

L’operatore quindi vi copre con coperte per diminuire la dispersione di calore.


Trascorsi 15-20 minuti, l’operatore rimuove il fango dal corpo e vi sciacqua con una calda doccia termale. Vi fa quindi immergere in una vasca riempita con acqua termale a 36/38°C per circa 10 minuti. Questo bagno termale, arricchito di ozono, completa la fase di rilassamento della muscolatura e stimola reazioni biochimiche dell’organismo grazie alla specifica composizione dell’acqua.



Una volta usciti dall’acqua, è il momento di indossare l’accappatoio e sdraiarvi nell’area relax, a bordo piscina o a letto, in camera, per una breve fase di reazione. Durante questo tempo il corpo rilascia il calore assorbito durante la fangatura ed il bagno termale e continua lo stimolo indotto dalla terapia.


Infine, un massaggio del corpo aiuta a migliorare la circolazione, mobilizza le articolazioni e i tessuti, favorisce l’eliminazione delle scorie metaboliche.


IDROKINESTESITERAPIA

Idrokinesiterapia

L’idrokinesiterapia nelle nostre piscine termali è particolarmente indicata per la riabilitazione post-trauma, pre- e post-chirurgia, per la cura di problemi articolari quali artrosi, artriti, dolori di origine muscolare ed algie vertebrali.


Idrokinesi

In altre parole è la terapia più indicata per tutte quelle persone che hanno difficoltà a muoversi e provano dolore nella mobilizzazione. L’immersione in piscina termale, grazie alla specifica composizione chimica dell’acqua ed alla sua temperatura, consente una ripresa dolce e graduale dell’esercizio muscolare; con grande giovamento e piccolo sforzo si possono eseguire le prime fasi di recupero al movimento, prima di passare a forme di attività più intense, fino ad utilizzare l’acqua come elemento di resistenza per il potenziamento muscolare.


Convenzione ASL

Il nostro Hotel è convenzionato con il Sistema Sanitario Nazionale. Ciò significa che, una volta l’anno, presentando l’impegnativa del vostro medico di base, potete usufruire di un ciclo di terapie termali (12 fanghi + bagni terapeutici oppure 12 bagni terapeutici, oppure 12 inalazioni + 12 aerosol) pagando il solo ticket sanitario.

Ecco come far compilare l’impegnativa nel modo corretto (CLICCA SUL IMMAGINE PER INGRANDIRE)

TERME montegrotto terme
The Hotel Terme Roma